Ritratti dove pittura e fotografia si confondono, un dualismo tra realtà e finzione, creati dal fotografo russo Oleg Dou.

Oleg Dou è un fotografo russo contemporaneo di fama internazionale particolare per il suo approccio unico e fuori dal comune con il volto umano. L’obiettivo di questo artista è di manipolare l’immagine e la visione di essa. Ogni suo ritratto sconfigge la razionalità utilizzando il computer per deformare la normale fisionomia del volto umano, mascherandolo con elementi che si discostano dalla realtà.

L’idea che la maschera possa diventare il nostro alter ego è il punto di partenza per una serie di otto fotografie intitolate “Another Face” dove Dou effettua una violenza digitale sui volti, mettendo in risalto l’ansia e il subconscio incorporati nella carne stessa dei soggetti.

Ogni lavoro ritoccato digitalmente, elimina la distinzione tra fotografia e pittura, costringendo chi guarda a guardare oltre. Ciò che colpisce è il dualismo del protagonista del singolo ritratto, in cui vive una parte reale e una aliena.

Le superfici si stratificano: iniziando da una linea e proseguendo con forme più complesse, occhi, labbra… Elementi rappresentati in modo tale da rendere difficile capire se forme considerate reali in questo lo siano veramente oppure no. L’osservatore si ritrova quindi ad avvicinarsi sempre di più all’oggetto per cercare di capire la fisionomia del volto e le emozioni confuse che lascia trasparire, creando un’intimità tale in uno spazio pubblico.

Oleg Dou, Clown 2, 2012, 120×120cm/180×180cm C-print under Diasec. Edition of 8+2AP

Oleg Dou, Clown 2, 2012, 120×120cm/180×180cm C-print under Diasec. Edition of 8+2AP

 

Oleg Dou, Mask 2, Another Face, 2011 120×120cm/180×180cm C-print under Diasec. Edition of 8+2AP

Oleg Dou, Mask 2, Another Face, 2011 120×120cm/180×180cm C-print under Diasec. Edition of 8+2AP

 

Oleg Dou, Rombs 2, Another Face, 2011, 120×120cm/180×180cm C-print under Diasec. Edition of 8+2AP

Oleg Dou, Rombs 2, Another Face, 2011, 120×120cm/180×180cm C-print under Diasec. Edition of 8+2AP

 

Oleg Dou, Rombs 2 (dettaglio)

Oleg Dou, Rombs 2 (dettaglio)

 

Another Face show, Multimedia Art Museum, Mosca

Another Face show, Multimedia Art Museum, Mosca

Questi ritratti, come tutti i lavori eseguiti da Oleg Dou sono caratterizzati da una bellezza ed una energia calmante, amplificate al massimo dalle superfici rese in modo tale da ricordare la porcellana.

La sua passione per la fotografia nasce anche dal desiderio di nascondersi, di utilizzare la fotocamera come una maschera, causato dalla paura di essere immortalato da essa. Quindi l’elemento che da piccolo lo spaventava ora è diventato qualcosa di essenziale nella sua vita.

I lavori individuali che non compongo la serie Another Face non hanno un significato preciso, ma sono un mezzo per l’artista di risolvere alcuni suoi dubbi, rendendo così ogni ritratto unico e individuale.

 

 


Oleg Dou nato nel 1983 a Mosca  è ora rappresentato da gallerie in Francia, Belgio, Paesi Bassi, Spagna, Russia, Stati Uniti.  Si tratta di uno dei più promettenti artisti russi della sua generazione.
Nel 2011, Artprice, il leader di informazioni sul mercato dell’arte, ha inserito Oleg Dou tra i primi tre fotografi under 30 più venduti in sala d’asta pubblica. Inoltre uno dei suoi lavori e la sua tecnica sono stati utilizzati come punto di riferimento  per Adobe Photoshop CS6.

Oleg Dou, Adobe Photoshop CS6

 

 

Credits | RTRGALLERY,  His official website

Credits photo | His official website